Il sole torna a splendere sulla quattordicesima edizione del Torneo di tennis Città di Vicenza – Trofeo FL Service che ha in programma un venerdì davvero di… fuoco.

Sui quattro campi di gioco di Tennis Palladio 98 lo spettacolo è di quello che infiamma gli appassionati con la nutrita pattuglia dei giocatori azzurri ancora una volta protagonisti.

Il primo ad accedere alle semifinali è Alessandro Giannessi: il giocatore spezzino, a distanza di poche ore, liquida facilmente la pratica con lo spagnolo Menendez-Maceira per 6-2 6-0 e poi piega per 6-4 7-5 l’australiano Polmans, che in mattinata aveva messo fine ai sogni di gloria della “wild card” Luca Giacomini.

Ma è un’altra wild card a far registrare il risultato a sorpresa: il cesenate Francesco Forti, classe 1999, 482 del ranking Atp, elimina Paolo Lorenzi, testa di serie n. 1 del tabellone, al termine di un incontro che ha visto il giovane azzurro sempre in controllo con un tennis fatto di accelerazioni sia di dritto che di rovescio pur in una giornata in cui il servizio non ha funzionato come al solito.

Dopo aver perso per 6-2 il senese ha provato a rallentare i ritmi riuscendo anche a portarsi sul 5-4 e servizio a disposizione. Forti però ha reagito subito con il contro-break, recuperando nel game successivo da 0-30 per poi chiudere sul 7-5 a suo favore.

Semifinale raggiunta anche da Filippo Baldi, anche lui costretto ad un doppio turno: nel primo incontro piega al termine di un’autentica battaglia un ottimo Andrea Vavassori con il punteggio di 6-3 1-6 7-5 e nel secondo si aggiudica l’ennesimo derby italiano contro Andrea Pellegrino per 7-5 6-2.

E proprio Pellegrino, lucky loser del torneo, al mattino aveva “firmato” l’altra eliminazione eccellente, vale a dire quella del n. 2, il polacco Majchrzak, superato per 7-6 6-3 in una partita con scambi davvero di alto livello che hanno entusiasmato a bordo campo anche il vice presidente della Federtennis, il vicentino Gianni Milan, spettatore “interessato” a bordo campo.

Applausi anche per Gianluca Mager protagonista di due match all’ultimo respiro: nel primo, interrotto giovedì sera per oscurità, piega il giovane Julian Ocleppo al tie-break del terzo set mentre nel secondo recupera contro l’argentino Coria chiudendo alla fine per 1-6 6-1 7-5.

Escono invece di scena Marco Bortolotti, che si arrende solo al terzo set all’argentino Facundo Bagnis, testa di serie n. 4 del tabellone e Lorenzo Giustino che, dopo aver recuperato contro Escobar, cede nettamente al tedesco Hassan per 6-1 6-3.

Appuntamento dunque a sabato fin dal mattino per un’altra giornata dal ricco programma tra singolari e doppi.

In foto Francesco Forti che che ha eliminato la testa di serie n. 1 Paolo Lorenzi.