Continua a comporsi il quadro degli atleti che hanno centrato i Quarti di Finale del MD al Challenger di Vicenza 2017, torneo inserito nel circuito ATP. Ad iscrivere quest’oggi il proprio nome fra quelli dei qualificati Fucsovics, che ha eliminato il nostro Eremin, Djere e Donati, autore di uno splendido match contro l’argentino Leonardo Mayer.

Purtroppo per i colori azzurri non ce l’ha fatta Edoardo Eremin, parso un po’ scarico nel match di giornata che lo ha visto opporsi a Fucsovics. Già dal primo set lo sparito lo ha dettato il tennista ungherese: 6-2 il risultato finale con poco più delle briciole concesse all’avversario. Nonostante la giornata ‘no’ Eremin si è però ripreso giocando un ottimo secondo set: a costargli caro un bruttissimo decimo gioco condito da 2 doppi falli e 2 errori gratuiti. Fucsovics (ritratto in foto) centra così il break e chiude il set 7-5. Per Edoardo finisce dunque qui la kermesse vicentina che lascia comunque delle buone sensazioni al tennista di Acqui Terme: era il primo Challenger dopo qualche mese di assenza dai campi e si sono visti degli importanti segnali di ripresa.

Partita molto combattuta invece quella che ha visto scontrarsi Djere e Garin, con il giovanissimo serbo ad avere alla fine la meglio sul cileno Garin, reo di essere entrato davvero in partita solo nel secondo set (il 6-1 imposto da Djere al primo certifica infatti la brutta prima parte di gara giocata dal tennista latino). Dopo una prima frazione senza storia, nel secondo set Garin parte forte e brekka immediatamente l’avversario. Fatta eccezione per un piccolo passaggio a vuoto con due palle break concesse al sesto gioco, Garin lotta e combatte come un leone riuscendo alla fine a chiudere il set in proprio favore per 6-4. Tutto si decide così in un terzo set dove la maggiore lucidità del tennista serbo ha la meglio. Alla fine Djere ha sconfitto Garin col punteggio finale di 6-1, 4-6, 6-3.

Poco dopo è andato in scena il match di Donati che si è esibito nell’ennesima splendida gara della sua sette giorni vicentina. Opposto all’argentino Mayer, il tennista piemontese parte subito forte rubando il servizio già al secondo gioco e portandosi avanti sul 2-1. Nonostante un inizio promettente di Donati, è però Mayer a prendere in mano le redini del match. In certi momenti sembra di rivedere lo stesso giocatore che ha vinto l’ATP 500 di Amburgo: 3 i game consecutivi portati a casa dall’argentino con Donati ad arrendersi così 6-3. La musica cambia totalmente nel secondo e nel terzo set: Donati esprime un gioco spumeggiante e per Mayer (forse sorpreso dall’avversario) non c’è proprio scampo. I parziali imposti dall’italiano (6-1 e 6-2) paiono così specchio fedele di quanto visto in campo.

Dal match Domingues-Krajinovic (in questo momento in campo sul centrale) uscirà il nome dell’ultimo atleta che ha centrato i quarti di finale: ad aver raggiunto la qualificazione sino a questo momento, lo ricordiamo, Fuscovics, Djere, Donati, Satral, De La Nava, Giustino (che abbiamo intervistato in esclusiva) e Berrettini.