Con tre italiani su quattro arrivati in semifinale ci si auspicava una finale tutta italiana qui al Challenger di Vicenza 2018, ma alla fine a spuntarla è stato il boliviano Dellien che grazie alla vittoria ottenuta su Gian Marco Moroni si è conquistato il diritto di contendere il trofeo a Matteo Donati, a sua volta vittorioso contro Salvatore Caruso.

Partendo dal match che ha visto coinvolti Dellien e Moroni non si può non evidenziare l’eccellente stato di forma dell’atleta sudamericano, parso più che mai solido e determinato nel centrare l’accesso all’ultimo atto del torneo. Basti pensare che Dellien ha servito l’84% di prime palle in campo con un conseguente 83% di punti conquistati con la prima di servizio, un bottino alla fine rivelatosi decisivo. Buone anche le percentuali di Moroni, che ha ceduto solo due break, uno per set, che gli sono però costati il match. Gian Marco può rimproverarsi solo una minore lucidità rispetto all’avversario nei momenti clou dei due set, con un Dellien invece abilissimo a sfruttare le sue incertezze. Dellien ha sconfitto Moroni 6-4 6-4.

A sfidare il tennista boliviano in finale ci sarà Matteo Donati, che con quella di domani disputerà la terza finale a livello Challenger della sua carriera (le prime due le ha giocate a Napoli nel 2015 e a Caltanissetta nel 2016). La sfida tra Donati e Caruso è stata molto intensa e accesa, la posta in palio del resto era alta: nel primo set nessuno dei due tennisti ha mai perso il servizio fino al 6-5 Donati, quando uno splendido game ha concesso allo stesso tennista piemontese il primo break dell’incontro che gli è anche valso il set. Inizio scoppiettante anche nel secondo set, con Donati a strappare il servizio già al secondo gioco. Caruso non ha comunque mollato la presa controbrekkando l’avversario al game successivo e tenendo dunque vivo l’incontro. Decisivo il quinto gioco: Donati annulla due palle break e riesce a portarsi a casa un game da 18 punti complessivi. Fondamentale a quel punto il break imposto da Matteo all’ottavo gioco che gli ha permesso di servire per il match: il passo di là alla finale è stato brevissimo. Alla fine Donati si è imposto 7-5 6-3.

La finale verrà disputata domani con inizio fissato alle ore 11.15.