L’ATP Challenger di Vicenza 2017 si candida ad essere un frizzante cocktail di esperienza e gioventù. Esponente di spicco della seconda il serbo Laslo Djere (ritratto in foto, fonte SportNews.bz), che proprio nella settimana in cui è stata ufficializzata la sua presenza nell’entry list raggiungerà il proprio best ranking (135). In carriera Djere, classe 1995 con compleanno in arrivo proprio nei giorni della kermesse vicentina (2 giugno), ha già centrato una semifinale all’ATP 250 di Budapest dopo aver eliminato gente del calibro di Fernando Verdasco e Viktor Troicki. Se pensiamo che Djere si è giocato anche i quarti di finale all’ATP 250 di Marrakech capiamo come il ragazzino abbia stoffa da vendere.

A fare buona compagnia al talento venuto dall’Est il tedesco Maximilian Marterer, best ranking 128. Quest’anno si è già qualificato due volte per un torneo ATP raggiungendo in due occasioni le semifinali ai Challenger di Quanzhou e Bangkok. Per lui anche una finalissima a sorpresa a Cherbourg-Octeville conquistata sempre a livello Challenger.

A completare un quadro piuttosto variegato anche i trionfatori delle ultime due edizioni vicentine, l’argentino Guido Andreozzi che si è portato a casa la vittoria un anno fa, e lo spagnolo Íñigo Cervantes Huegún (best ranking 56) che si aggiudicò l’edizione del 2015. Tanti tennisti iberici e latini dunque ma anche il Bel Paese è ben rappresentato…