Nell’ambito dell’ATP Challenger di Vicenza si è tenuta nella mattinata di oggi, giorno 30 maggio 2017, una conferenza stampa di saluto e in bocca al lupo rivolta agli italiani presenti alla kermesse. L’evento si è tenuto nell’area hospitality allestita da Anthea SpA, che quest’anno ha deciso di legare il proprio nome al torneo sottoscrivendo un accordo di sponsorizzazione.

Il tennis italiano d’altro canto sta crescendo a dismisura sia come seguito sia come movimento: ne è un’ulteriore conferma la bella figura fatti dagli italiani presenti al torneo del Tennis Palladio, con Caruso, Berrettini, Giannessi e Mager presenti alla conferenza in rappresentanza dei colori azzurri.

L’evento si è aperto col saluto del direttore Enrico Bettini, che ha ringraziato i presenti e fatto l’in bocca al lupo ai 4 italiani sul palco, per poi proseguire con gli interventi di Andrea Ostuzzi, amministratore delegato di Anthea, e di Umberto Nicolai, Assessore allo Sport al Comune di Vicenza.

‘Ormai da 3 anni Enrico porta avanti questo torneo e quest’anno abbiamo deciso di sostenerlo per dargli più qualità e aiutarlo ad avere maggiore visibilità – ha dichiarato Ostuzzi – da qui è nata l’idea di creare un’area hospitality piena quest’oggi di grandi campioni che rappresentano il futuro del tennis italiano’. ‘La nostra idea è di esserci anche nelle prossime edizioni, è una promessa’ ha chiosato l’amministratore delegato di Anthea.

Interessanti anche le parole di Umberto Nicolai, che ha dapprima parlato di sport in generale  – ‘Lo sport aiuta a crescere e a vivere, fa bene alla saluta e allunga la vita’ – e in un secondo luogo elogiato il direttore della struttura Enrico Bettini (‘Sta facendo un lavoro splendido, vogliamo che continui lui ad essere il gestore di questo impianto’).

‘La speranza di tutti è che i campioni in mostra qui al Palladio in questi giorni possano fungere da esempio per chi viene ad ammirarli’ ha proseguito Nicolai, sicuro di come ‘gli stimoli che vengono da questi grandi giocatori possano dare il là a grandi percorsi in chi li vede giocare da vicino’.

Al termine della conferenza, abbiamo avvicinato in privato Nicolai chiedendogli un commento sullo splendido risultato raggiunto dalla città di Vicenza, eletta città europea dello sport 2017: ‘Uno dei motivi che ha condotto la giuria a scegliere noi è stato proprio questo torneo insieme ovviamente al lavoro costante e quotidiano effettuato verso adulti e bambini che vengono costantemente sensibilizzati sull’importanza di fare dello sport’ ci ha detto l’Assessore del Comune di Vicenza.

‘Mi fa molto piacere che il Challenger stia crescendo e che ci siano delle ditte appassionate e serie che sposano il momento sportivo sostenendo la manifestazione. Una cosa che mi ha colpito è il grande seguito che il torneo sta avendo sin dall’inizio, mi sembra un’ottima cosa’ ha sottolineato Nicolai, che in chiusura si è lasciato andare ad una speranza non tanto velata: ‘Mi auguro che quest’anno vinca un italiano dato che non è mai successo’.